Xiloreportage, Rimini 2017 - mostra al RUFA Space Roma

Giovedì 22 febbraio 2018, ore 18

Apertura della mostra

XILOREPORTAGE, RIMINI 2017

 

RUFA Space

 Via degli Ausoni 7/a, Roma

 

La mostra è aperta dal 22 febbraio al 2 marzo 2018 Lun-ven 8-20

 

Studenti partecipanti: 

Tatiana Balchiesini (RUFA)

Eleonora Cerri Pecorella (RUFA)

Grace Crossley (CSM)

Joel Davies (CSM)

Anna Di Paola (RUFA)

Marta Ferro (RUFA)

Olivia Moss (CSM)

Sara Pontecorvo (RUFA)

Mark Stephens (CSM)

Violet Wilson (CSM)

 Photos by: Eleonora Cerri Pecorella

  

Nell’estate 2017 cinque studenti della Central Saint Martins di Londra e cinque studenti della RUFA (Rome University of Fine Arts) hanno realizzato una installazione in xilografia lunga 20 metri esposta per la prima volta in una retrospettiva di printmaking presso il FAR di Rimini.

Il lavoro è stato realizzato durante una residenza di 12 giorni presso l’Opificio della Rosa nel luglio 2017, coordinato da Umberto Giovannini (CSM) e Maria PIna Bentivenga (RUFA). 

  

Eleonora Cerri Pecorella (Studentessa RUFA)

“Nel workshop di Xiloreportage è stato possibile realizzare delle opere attraversando due linguaggi: la fotografia, con la sua peculiarità di catturare in modo più o meno studiato delle immagini del mondo che ci circonda, e la xilografia, che ci ha poi permesso di astrarre dei particolari e rielaborarli potendo così creare un album xilo-fotografico di volti, luoghi e racconti di un’esperienza nella città di Rimini. Si è passati quindi da un dispositivo veloce, digitale, ermetico, a uno strumento analogico, manuale, che va utilizzato con la partecipazione del corpo e a diretto contatto con la materia: dall’osservazione all’introspezione.”

 

Joel Davies (studente CSM)

“Il progetto è stato un’eccitante combinazione di nuovo e antico. Io ho lavorato con antiche tecniche e nuove idee, guardando allo stesso tempo la Rimini storica che la sua contemporanea controparte. Il nostro lavoro è stato presentato a Rimini in confronto con quello dei maestri di centinaia di anni fa. Questi contrasti hanno portato i nostri risultati a qualcosa di speciale, qualcosa di interessante e, in definitiva, qualcosa di speciale.”

 

Sara Pontecorvo (Studentessa RUFA)

“È stata un’esperienza intensa e un’occasione per guardare la città con attenzione. Ho imparato tanto.”

 

Links

www.arts.ac.uk/csm

www.opificiodellarosa.org

www.unirufa.it

 

in collaborazione con Cartiere di Fabriano

 

L’Opificio della Rosa è un'associazione no-profit che ha tra i suoi fini principali la conoscenza e la diffusione di tecniche di incisione a basso impatto ambientale: dalla xilografia alla calcografia, fino alle più innovative tecniche incisorie.

Viene incoraggiata la sperimentazione tecnica e il lavoro interdisciplinare che lega la grafica ad altri ambiti artistici, questo anche attraverso un programma di residenze, workshop estivi e la condivisione di progetti che ogni anno vengono sviluppati coinvolgendo artisti in ambito internazionale. L’Opificio della Rosa, nato nel 2009 attorno all’omonimo laboratorio di Montefiore Conca, è ora affiancato da due nuovi studi: quello di Morciano di Romagna dedicato al letterpress e quello all’interno del Museo della Città di Rimini dedicato alle tecniche incisorie. L’associazione collabora su progetti specifici con Anonima Impressori di Bologna (www.anonimaimpressori.it), Luigi Castiglioni (www.luigicastiglioni.it) di Rimini e InSigna (www.atelierinsigna.com) di Roma.

Progetti speciali vengono realizzati assieme alle Università:

Central Saint Martins, University of the Arts London

RUFA, Rome University of Fine Arts

Accademia di Belle Arti di Catania

 

www.opificiodellarosa.org